My Beauty Box, la recensione

my beauty box recensioneDevo dire che mi trovo un po’ in difficoltà, ma la cosa migliore da fare è sempre parlare con chiarezza. Quindi comincio con ordine a parlarvi di questo nuovo (?) servizio in abbonamento che al costo di 14 euro al mese fa arrivare a casa vostra una scatola rosa con 5 sample di prodotti cosmetici difficilmente in commercio. Il film vi sembra già visto? In effetti, sono un po’ perplessa anch’io.

\r\nMy Beauty Box ha praticamente lo stesso meccanismo di GlossyBox: ti iscrivi al sito, ti abboni, ricevi a casa il cofanetto senza sapere cosa ci troverai dentro. Le differenze sono sostanzialmente due.\r\n

my beauty box recensione

\r\nLa prima è che My Beauty Box presenta in un’unica scatola prodotti di uno stesso brand: nel cofanetto che ho ricevuto a casa in anteprima – riservato alla stampa e alle blogger – ho trovato cinque minisize di smalti Leighton Danny, guru inglese della nail art a me, sinceramente, sconosciuto. Uno dei punti di forza di My Beauty Box è dato dal proporre prodotti che in Italia sono difficili da trovare.\r\n

my beauty box recensione

\r\nLa seconda differenza – che secondo me è il vero punto di forza di questo servizio – è la possibilità di acquistare i full size dei campioni ricevuti a casa sul sito di My Beauty Box. In effetti, questo ha abbastanza senso: provo un campione, mi trovo bene, so già dove comprarlo. Inviando i propri feedback si ha diritto a sconti sui prodotti acquistati collezionando bonus points – un po’ come i glossy dots insomma.\r\n\r\nChe dire? Conviene o no? Diciamo che il fatto che abbiano scelto di inviare 5 smalti della stessa azienda non aiuta a decidere il da farsi. Ma questa, come vi dicevo, è solo la versione in anteprima per la stampa.\r\n\r\nVedremo che prodotti sarà in grado di scovare il team di My Beauty Box.\r\n\r\n \r\n\r\n 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *