Lookalike: un inverno nel segno di Mastroianni

di Andrea Vigneri

Attore unico, antidivo per eccellenza, icona per definizione. L’immagine di Mastroianni col suo stile asciutto, elegante, quasi rigoroso ma portato con incurante disinvoltura – e proprio per questo unico- è quasi il prototipo stesso dell’immagine (bella) dell’Italia nel mondo. Ed è anche una figura di grande ispirazione per molti stilisti che reinvestano con le proporzioni e i tessuti uno stile classico e permettono a tutti noi nostalgici di indossarlo.

tagliatore

Tagliatore

 

 

Ermenegildo Zegna

Basilare è l’abito scuro a 2 bottoni dalle linee asciutte da indossare rigorosamente con camicia bianca e cravatta nera, l’ideale sarebbe scegliere per la realizzazione sartoriale. Un look che stabene a tutti: snellisce i robusti, slancia i bassi. Elegante e sexy allo stesso tempo.

 

 

gessato Dolce&Gabbana

Più rischiosa è la scelta del gessato (indimenticabile Mastroianni in “Divorzio all’italiana” ): da evitare se siete tozzi, preferibile in grigio chiaro… il rischio gangster è sempre dietro l’angolo!

smoking Gianfranco Ferrè

I grandi divi forse non esistono più, ma vagare con la mente ai tempi della dolce vita romana è unbuon antidoto alla sindrome da supercafonal che aleggia in Italia (Dagospia docet…), meglio farlo con un lussuoso smoking di un grande marchio made in Italy.

 

Dolce&Gabbana

Sappiamo che Dolce&Gabbana sono ancorati all’immagine del grande cinema italiano. Non è un caso se la loro ultima collezione dedicata a “Baaria” ricorda spesso il Mastroianni di film come “Il bell’Antonio”, come questo look: il pigiama/calzamaglia del nonno rivisto come capo modaiolo e seducente.

borsalino

Due accessori senza tempo su tutti meritano di essere menzionati: il classico Borsalino (rigorosamente bianco in estate, preferibilmente grigio in inverno, mai nero prima dei 50 anni!) e  i Persol 649 che Mastroianni ha indossato nel capolavoro “Divorzio all’italiana” .

persol 649

 

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *