MFW f/w 2011-2012: Prada

di Andrea Vigneri

Il cappotto non sarà mai più come prima dopo questa splendida sfilata in cui Miuccia Prada l’ha trasformato in un’originale abito corto.  Si gioca con le illusioni : il finto collo, i bottoni sul davanti, la cintura e le tascone, ma si tratta di un solo pratico capo, elegante e sexy. Castigato in nero, immacolato in bianco, passionale in rosso, divertente a quadri o prezioso con i dettagli in pelliccia, sa comunque di modernità.

Come ieri da Gucci ancora pelliccia effetto scimmia e niente maxiborse, meglio delle piccole pochette. La curiosa cuffietta,  la forma degli occhiali e i  guanti corti rievocano gli aviatori degli anni’30. I  sandali o i decoltè sembrano  insolitamente indossati sopra degli alti stivali, ma è l’ennesima illusione, capace di soddisfare la più esigente fashion victim incerta sul modello di scarpa da indossare e che risolve la passione per il proprio feticcio.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di sera la donna Prada è come un raro pesce tropicale: macro-paillettes splendenti come squame e inserti di pelliccia colorati e vaporosi come le alghe degli abissi si fondo in una sapiente esagerazione. Donna Miuccia rompe ancora una volta gli schemi: reinventa il cappotto,  si ispira al mare per una collezione invernale e come sempre distingue la sua sfilata e la sua donna dalla banalità comune.

Photo: vogue.it

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *