Written by 07:00 MODA • One Comment

Lookalike: Richard Gere in “American Gigolò”

American Gigolò

>“Dress me in the fashions/of the nineteen-eighteen’s/ you’re a man, no in-between” canta Blondie nella sequenza di apertura di American Gigolò, mentre Julian Kay sfreccia nel caldo tramonto californiano a bordo della sua Mercedes decapottabile. Ed in effetti quel film oltre a consacrare un nuovo modello di uomo vanitoso e raffinato, che però non rinunciare a tutta la sua mascolinità, ha innalzato alla gloria eterna del tempio hollywoodiano la moda di Giorgio Armani. Si è trattato del primo film in cui la moda avesse un ruolo fondamentale per un personaggio maschile, era il 1980 e da allora non è esistito uomo d’affari o divo che non abbia voluto indossare una delle splendide giacche destrutturate di king George.

 

campagna Dsquared2 s/s 2011 By Mert&Marcus

Il film deve sicuramente il suo successo alla perfetta costruzione del personaggio e del suo lifestyle, regalandoci non poche sequenze indimenticabili, fra tutte quelle in cui Julian allena i suoi addominali perfetti appeso al soffitto studiando svedese e quella in cui tira fuori da un immenso armadio superordinato camicie e cravatte per gettarle sul letto del suo elegante loft. Alzi la mano chi  trovandosi solo a casa, preparandosi per uscire, non abbia provato ad imitarlo almeno una volta. Un’icona è un’icona e va celebrata, per cui non stupisce se per questa primavera/estate 2011 Dsquared2 abbia pensato bene di dedicare l’intera sfilata a questo bellissimo cult movie.

 


 


 

 

 

Così i gemelli Dan e Dean Caten hanno costruito un guardaroba fatto di pantaloni e jeans a vita molto alta, giacche a doppio petto con i bottoni dorati, la cravatta deve essere sottile, regimental o a tinta unica, ma trattandosi di un uomo che deve fare della seduzione la propria missione sono ammesse anche delle camicie in seta da portare leggermente aperte sul petto. Gli occhiali da sole con le lenti ambrate non possono mancare e nemmeno la pochette da tascino.  La cintura sottile e leggermente pendente conferisce un’aria easychic. I colori sembrano usciti dalla pellicola: il blu, il rosa tenue, il verde, l’arancio, il colore cioccolato. Si tratta di un richiamo ad una certa moda anni ottanta dimenticata ingiustamente e seppellita da i ben più vistosi fenomeni da baraccone di quel decennio!

 


Se questo look non di dovesse adattare al vostro stile o alla vostra fisicità, ma siete comunque dei cultori dei film, potete più semplicemnte acquistare per 130 euro la T-shirt Julian ( sempre di Dsquared e disponibile anche su internet) oppure una delle t-shirt Dolce&Gabbana dedicate alle icone del secolo scorso con la stampa di Richard Gere in una scena del film ( il prezzo dovrebbe aggirarsi sui 150 euro).

(Visited 33 times, 1 visits today)
Close