Written by 09:00 entertainment • 2 Comments

Cannes 2011: The tree of life vince la Palma d’oro, il bianco vince sul red carpet

the tree of life

Della mia passione per il cinema di Terrence Malick vi avevo parlato a proposito della collezione di Rodarte ispirata proprio da un suo film, così mercoledì ( primo giorno di programmazione) non ho resistito e sono andato a vedere “The tree of life” che ieri ha vinto la Palma d’oro al festival di Cannes 2011.

L’estetica si eleva a metafisica in questo film, se poi film lo possiamo definire, visto che si tratta di un’opera così originale ed unica che andrebbe più definita come un’esperienza al pari di “2001 Odissea nello spazio”. Nessun intreccio narrativo, nessuna costruzione logica, ma un’opera visivamente e spiritualmente stimolante. Non vederlo sarebbe un peccato, benchè debba ammettere che molti in sala non hanno apprezzato. Per me è un raro capolavoro, di certo lo tornerò a vedere nei prossimi giorni per capire qualcosa in più di questo film enigmatico. Brad Pitt non è mai stato così bravo e Jessica Chastain è una vera scoperta!

La gara sul tappeto rosso, giocata a colpi di sorrisi e abiti, è stata vinta indiscutibilmente dal colore bianco che ha fatto da padrone tra eleganza e crimini della moda, dive vere e perfette sconosciute… e io e Simona come sapete amiamo dirvi la nostra:

Bianca Balti

 

Uma Thurman in Versace

Karolina Kurkova in Chanel

av: il bianco è stato il colore predominante sul tappeto rosso, vero trend di stagione (Dolce&Gabbana docet), Bianca Balti, Uma Thurman e Karolina Kurkova le più belle!

sm: pur non essendo una grande fan del bianco – nel mio armadio i pezzi si contano sulle dita di una mano – devo ammettere che sul red carpet fa un certo effetto. Amo moltissimo i gioielli verdi a contrasto di Bianca Balti e le pettinature pulite di Uma e Karolina. Quest’estate forse mi toccherà convertirmi…

 

Brad Pitt e Angelina Jolie in Versace

av: quando arrivano sul tappeto rosso loro sembra fermarsi il tempo, suggellano quei pochi istanti con la loro bellezza assoluta, elegantissimi e naturali, nessuno veste Angelina Jolie meglio di Versace ed ogni occasione ce lo ricorda!

sm: si, d’accordo, sono stupendi. Ma io non potrò mai perdonarli per quello che hanno fatto alla povera Jennifer Aniston – che, per inciso, dovrebbe anche riprendersi dalla botta dopo 10 anni – quindi apprezzo ma con una certa antipatia. È il massimo che posso fare!

Charlotte Gainsbourg

av: forse voleva evitare spiacevoli malintesi sulla sua forma fisica e ci ha spiattellato la sua gravidanza con tanto di trasparenza! Ne avremmo fatto meno e giuro che nessuno avrebbe insinuato malignità!

sm: un esempio di cosa non indossare in gravidanza. Il taglio di questo abito fa sembrare il pancione “finto”, una specie di appendice scollegata dal corpo. Non credo che sia impossibile, nel 2011, vestirsi decentemente su un red carpet nonostante la gravidanza.

 

Rachel Mcadams in Marchesa

av: su Marchesa mi sono espresso tante volte, io spero che qualcosa possa cambiare, ma di tappeto rosso in tappeto rosso peggioriamo! Le baccanti alla riscossa!!!

sm: la prima cosa che noto sono le scarpe, che io portavo nella versione nera nel lontano 1999, imitando Simona Ventura. Il che è tutto dire. Non si capisce se l’abito sia adesivo o meno ma una cosa è certa: sul red carpet, il rosso fa sempre un po’ cafonal.

Jhonny Depp e Penelope Cruz

av: lui è uno delle poche star di oggi che indossa la giacca da smoking bianca come i divi d’altri tempi, ricercato nei dettagli e amante degli accessori! Lei probabilmente ha scelto di ammortizzare le spese del battesimo del figlio da poco nato indossando la confezione dei confetti!

sm: che Depp sia un’icona di stile è fuor di dubbio. Vorrei evitare di sparare sulla Cruz, che mi sembra un po’ fuori forma dopo il parto – ma è umana anche lei. L’abito mette insieme le tre cose che più detesto: il color carne, il lilla/azzurrino e il tulle, che posso tollerare solo in qualche travestimento di carnevale.

Sarah Jessica Parker in Elie Saab

av: un abito con una fitta fantasia floreale non è semplice da portare, ma la reginetta della moda vince facilmente la scommessa! I capelli così raccolti le donano moltissimo!

sm: la più unconventional di tutte, Sarah Jessica Parker non sbaglia un colpo in fatto di stile – a differenza dei film – ed è senza dubbio la mia preferita, distante anni luce dai clichè da red carpet.

Jane Fonda

av: avere 74 anni ed essere favolosa!

sm: avere 74 interventi estetici alle spalle ed essere favolosa! (ma perchè si è portata dietro un meal box? Ah, no… è la borsa… scusate, sono davvero una svampita)

Adriana Karembeu

av: piena sindrome da cigno nero! ma soprattutto: è scalza??? allora ha già capito che è il caso di appendere le scarpe al chiodo!

sm: Questa è la cosa più stucchevole che io abbia mai visto. Rosa pallido, tulle a tonnellate e capello biondo. Una volta mi regalarono una Barbie molto simile: costruii un trattore con il meccano di mio fratello e la presi in pieno. Non me ne sono mai pentita.

Chiara Ferragni in Alberta Ferretti

av: un abito etereo come questo di Ferretti le dona molto più di molti dei look che ha presentato sul suo blog negli ultimi mesi!

sm: i fan di Alberta Ferretti non hanno gradito molto le foto postate dalla stilista su Facebook. Un mare di critiche hanno sommerso le due, ma pare che molte siano misteriosamente sparite. la più gentile diceva “Complimenti, portate avanti il nulla” o qualcosa del genere. L’abito è comunque molto bello, le dona nonostante faccia difetto sul seno. Altro appunto: Chiara senza Photoshop ci guadagna.

Bar Rafaeli in Roberto Cavalli

av: l’abito esalta perfettamente il suo fisico, ma avrei preferito fosse smanicato!

sm: non amo molto questo effetto lucido, dopodichè sto zitta perchè dire acidate su Bar Rafaeli sarebbe alquanto pretenzioso da parte mia…

(Visited 3 times, 1 visits today)
Close