MTV Video Music Awards, il tributo a Britney Spears

photo source: InStyle.com

28 agosto, MTV Video Music Awards: se siete dei patiti del pop, seguite il nostro consiglio. Dormite tutto il giorno e svegliatevi solo in tarda serata, pronti a seguire la kermesse senza stanchezza.

Il ritorno di Britney Spears sul palco che ha segnato il suo successo e il suo disastro – ricordate la performance sconnessa di Gimme More? – è più di un evento. Dopo 3 anni di assenza, la reginetta del pop riceverà il Video Vanguard Award e non solo. Si rincorrono le voci che ved0no Lady Gaga, Katy Perry e Selena Gomez protagoniste di un tributo a Britney.

Che, diciamolo, è la madre di tutte le teen pop star. E che nonostante le sue disavventure personali, è sempre la più amata.

InStyle propone una gallery dei look di Britney Spears ai VMA. Ve la proponiamo anche noi, anno per anno, con il sorriso sulle labbra, perchè i primi look erano veramente terribili. Ma del resto, chi non si vergogna un po’ di come si vestiva alla fine degli anni ’90?

1999. Appena diciottenne, Britney fa la sua prima apparizione ai VMA. Il look alla “Raffaella Carrà” regna sovrano sul red carpet e durante la performance. E ,del resto, la mania della pancia scoperta ha segnato i suoi esordi. Baby one more time, Sometimes, Crazy hanno segnato un’epoca.

1999. Look della performance on stage ai VMA del singolo Baby one more time. Pelle e sneakers: la Spears ha imparato con gli anni a ballare sui tacchi. Gli esordi sono segnati da outifit sportivi e scarpe discutibili.

1999. All’afterparty, pois e piume, un fisico da urlo e la strada spianata verso il successo.

2000. Anno di Ops, I dit it again e di una performance che ha fatto discutere. Look mannish per la cover di Satisfaction: camicia, cappello e gessato glitterato che sparisce per lasciare spazio a un nude look – in realtà molto casto – fatto di Swarovski applicati su pantalone e bikini color carne. L’effetto, via tv, fece scalpore.

2001. Britney cresce e diventa più sexy, indossando un abito in pizzo Dolce&Gabbana. All’apice del successo, Britney è la fidanzata d’America.

2001. Performance memorabile di Britney, che presenta I’m a slave for you ballando con un pitone sulle spalle. Dopo qualche tempo, confesserà “Ero terrorizzata, non vedevo l’ora di liberarmene”. Look da odalisca e fisico perfetto.

2002. Non è esattamente nella forma fisica migliore, ma la carriera vola più che mai. E Forbes la incorona celebrità più potente del mondo. Questo è anche l’anno di Crossroads, primo e unico film – per fortuna. 

2003. La performance più famosa, un duetto con l’eterna rivale  Christina Aguilera sulle note di Like a Virgin, entrambe in abito da sposa. E a metà della canzone, ecco arrivare Madonna, che bacia entrambe le sue “spose”. Piccolo particolare: Britney fu baciata per prima, la regia dei VMA inquadrò immediatamente Justin Timberlake per far vedere a tutti la sua reazione e il bacio tra Madonna e la Aguilera passò in secondo piano.

2007. L’anno del disastro. Disavventure sentimentali, problemi con l’alcool, paparazzi alle costole. Famosissime le immagini di Britney rasata a zero, che si accanisce a colpi di ombrello il parabrezza di un auto. La ripuliscono, le mettono una parrucca e la lanciano sul palco con Gimme More. Ma lei dimentica la coreografia, rischia di cadere, i ballerini sul palco sono confusi quanto lei. In prima fila, Rihanna ride di gusto. La performance fu così disastrosa che tutti i video su YouTube furono rimossi.

2008. le cose sembrano andare meglio, esce Piece of me, nella quale la cantante racconta in maniera ironica la sua vita e accusa tutti quelli che hanno voluto rubargliene “un pezzo”. Il video vince i tre premi più importanti dei VMA: Video of the Year, Best Female Video and Best Pop Video.

fonte delle foto: InStyle.com

    3 Comments

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *