EMAs 2011, la guerra di stile

Dopo il racconto di Simona che ha seguito gli EMAs 2011 dagli studi di MTV Italia (in cui trovate anche l’elenco di tutti i vincitori), è tempo di pensare al red carpet. Si sa che il mondo della musica ci offre sempre più stravaganze di quello del cinema, ma il passo tra stravaganza e ridicolo è breve e pare assai praticato. Vedere per credere.

David Guetta

av: se devo pensare all’immagine di un dj del nuovo millennio penso a lui. Il nero evita che la combinazione pelle e giacca animal printed diventi eccessiva.

sm: David Guetta è stilosissimo. lo so, l’animalier per uomo non è per tutti, ma lui può!

Bruno Mars

av: confesso di non avere mai ascoltato una sua canzone, ma Bruno Mars è un’immagine molto fedele all’idea pop adolescenziale, io ormai ho una certa età, ma rispetto!

sm: Come posso non apprezzare il ciuffo di Bruno Mars? Certo, su red carpet insieme ad una decina di accompagnatori vestiti come lui sembra ci fosse l’invasione delle caramelle gommose… però io adoro!

Bar Rafaeli

av: gli abiti corti sul davanti e con la coda sul retro sono una tendenza di stagione e del resto bar è una vera top!

sm: lei con lo straccio della mia cucina addosso sta sempre bene, che ne parliamo a fare?

Jenni JWOWW e Ferley Snooki

av: premesso che ignoro chi siano e cosa facciano…provo ad indovinare…ammaestratrici di elefanti del circo?

sm: andri, ma sono le star di Jersey Shore! Comunque il trash totale!

Jeremy Scott

av: questo total gold mi ricorda tanto Robbie Williams di “Io Robot”, ma le frange mi fanno sorgere il dubbio che si tratti dei costumi di scena di un western fantascientifico.
sm: Ma perché?

Katy Perry

av: Katy è un esempio di quegli eccessi che solo un certo genere di pop star possono permettersi, ad ogni modo risulta sempre simpatica, l’adoro!

sm: Lei sembra sempre più una specie di bambola, a metà tra la Barbie e la Bratz. Ha vinto il premio come Best Live e qualche dubbio viene (non è esattamente intonatissima) ma il suo look cartoon non lascia spazio alle perplessità: lei è superpop!

Selena Gomez

av: giusta la scelta di un minidress sexy e al tempo stesso romantico nelle lavorazioni che lo impreziosiscono.

sm: questo commento di Andrea è da incorniciare… Selena in Marchesa che prende un apprezzamento da lui è roba dell’altro mondo! Comunque, fantastiche le Casadei, anche se lei non se le merita (invidia)

sm: Ultima, ma non ultima, Lady Gaga, trionfatrice assoluta di questa edizione che si è presentata sul palco con delle mise di Paco Rabanne. Pare che un fotografo abbia urlato “WTF is she wearing?” Lei sì che sa come coiugare moda e personalità!

av: sarà…ma a me ricorda “La maschera di ferro”…a volte ho l’impressione che la spettacolarità dei suoi outfit sia fine a se stessa, ma solo col tempo riuscirò a farmi un’idea precisa. Ad ogni modo lei nel bene o nel male trionfa sempre.

1 Comment

  • federica ha detto:

    bello questo post! in realtà sembra che tutti ci siano stati agli MTV EMA ma in pochi hanno davvero poi “lavorato” un pezzo, anzi più di uno, come avete fatto voi. personalmente adoro David Guetta e anche il suo stile, Lady Gaga ormai è un’icona perchè non sai mai come potrà stupirti e comunque sai che lo farà. Il resto, assolutamente anonimo in termini di stile. Ovvero: l’anno prossimo non ce li ricorderemo neppure. no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *