Written by 20:31 BEAUTY

Pelle di donna, una mostra in Triennale e la storia di Boots Laboratories

boots

Quando sono stata invitata alla presentazione in Triennale a Milano della mostra “Pelle di Donna“, allestita dalla Fondazione Mazzotta in collaborazione con Boots Laboratories, mai avrei pensato di sentire la storia di un imprenditore illuminato (e della sua lungimirante moglie). Conoscere i prodotti Boots Labratories, arrivati in Italia da un paio d’anni ma cult nel Regno Unito, è stato molto più interessante del previsto.

campagna pubblicitaria d’epoca Boots Laboratories

Potrei scrivere post e post su come sia necessario, dopo i 30 – ma per qualcuna che ha cattive abitudini come me, anche dopo i 25 – utilizzare creme antirughe di qualità sia fondamentale per prevenire i segni del tempo. Potrei sciorinare principi attivi e ricerche, che dimostrano l’efficacia della crema. Ma vi perdereste tutta la parte che riguarda John Boot e la sua famiglia, che aprirono nel 1849 un’erboristeria ante litteram, nella quale anche le persone più povere potevano trovare prodotti alla metà del prezzo di mercato, l’evoluzione dell’azienda, che si espande fino ad assumere operai dei quali i coniugi Boots si prendevano cura organizzando un vero e proprio sistema di welfare aziendale, con scuole per i figli e mense. I Boots furono i primi negli anni ’20 a inaugurare un servizio h24 di farmacie. Tutti segnali di innovazione, che sono stati trasferiti nei prodotti.

 


Poco prima di visitare la mostra, abbiamo assistito alla presentazione dei prodotti Serum7, adatti per il trattamento di pelli ancora giovani ma alle prese con le prime rughe. Le proverò e ne farò una recensione tra un mese. Nonostante non abbia ancora trent’anni, sono il soggetto adatto, a rischio per i miei “viziacci”. In primis, il fumo – che come si sa, invecchia la pelle – a seguire il poco sonno e anni di sole selvaggio… beh, insomma, provare la Serum7 non guasta di sicuro. La mostra, infine. Dedicata alle donne, alla pelle, alla bellezza nel corso del secolo scorso è visitabile anche virtualmente. Non perdetela.

Yoshie Nishikawa Bambole , 1995 Foto su pellicola negativa 103 x 103 cm. Collezione dell’autrice

Piccolo tocco di colore: alla presentazione ho finalmente incontrato la deliziosa Roberta Scagnolari, beauty blogger meglio nota come Robyberta. Eccoci qui :)

(Visited 119 times, 1 visits today)
Close