Essie, la regina degli smalti arriva in Italia [intervista esclusiva]

Prima di tutto, una premessa che mi sembra doverosa. A distanza di una settimana dalla manicure fatta durante l’evento Essie, lo smalto è ancora perfetto e assolutamente non sbeccato. Sinceramente, sono molto sorpresa.

 

Per chi non li conoscesse, gli smalti Essie sono i più amati d’America e non solo: li hanno scelti moltissime celebrities, ma due mi hanno colpito in particolare. Kate Middleton, in occasione del royal wedding e… la regina Elisabetta in persona. Gli smalti Essie sbarcano anche in Italia – al momento solo da Sephora, da aprile 2012 anche in altre profumerie – in 99 nuance diverse dai nomi veramente improbabili e divertenti: il mio preferito si chiama, neanche a farlo apposta, Big Spender, ma ci sono anche Sugar Daddy, Nice is nice, Fifth Avenue, Aruba blue… e il prezzo, per un prodotto di alta qualità, realizzato con pigmenti di colore puro, è decisamente small. 14 euro e 90. Certo, se siete abituate agli smalti da pochi spiccioli, può sembrare tanto, ma è davvero incredibile quanto sia durata la mia manicure…

L’intervista

 

Abbiamo incontrato Essie Weingarten alla presentazione ufficiale del brand in Italia, a Milano e abbiamo avuto l’occasione di farle qualche domanda. Una signora dai lunghi capelli grigi, perfetti, con una luce negli occhi e un sense of humor che non ti aspetti. Già durante la presentazione, la passione per il suo lavoro e l’orgoglio per il suo successo traspariva ad ogni parola. Ecco cosa le abbiamo chiesto, per conoscerla meglio.

Tutto è cominciato a Las Vegas, nel 1981. Qual è il ricordo più vivido che ha di quel periodo?

Ricordo che sono salita sull’aereo con ben 10 scatoloni pieni di smalti. In quel periodo non c’era alcun tipo di limitazione, potevi portare con te tutto quello che volevi. Ecco, i miei scatoloni sono il ricordo numero uno. Una volta arrivata in albergo ho tirato fuori tutto e ho cominciato a fare dei piccoli pacchetti omaggio per tutte le spa e i centri estetici degli hotel di Las Vegas. Li ho girati tutti personalmente, dicendo “Provate i miei smalti”. Nel giro di una settimana tutti – e dico tutti – mi hanno richiamata per acquistare il prodotto. Gli smalti che avevo portato con me finirono sold out in pochissimo!

Da dove viene la sua ispirazione per i colori? Ma soprattutto… come fa a scegliere questi nomi così particolari?

L’ispirazione arriva sempre quando meno te lo aspetti e anche dalle cose più banali. Principalmente arriva quando sono in vacanza. Una volta, seduta in riva al mare, cominciarono a venirmi in mente una serie di possibili nomi. Cominciai a prendere appunti e alla fine mi resi conto che ne avevo tirati fuori 48! Per quanto riguarda il colore, solitamente mi colpisce una nuance che vedo per strada… poi il team che se ne occupa crea, per ogni colore, 6 tonalità. Un lavoro complesso, insomma.

E la moda?

Seguo i colori di stagione, ma non li inseguo necessariamente. Lo smalto è complementare, le tonalità possono essere leggermente diverse. Ma ti posso anticipare che il colore della primavera si chiamerà Navigate Her [nella foto n.d.r]

Essie è arrivata finalmente in Italia. Che ne pensa delle ragazze e delle donne italiane?

L’Italia è da sempre un’ispirazione, per tutte le collezioni, non solo per una in particolare. Le italiane, poi, sono diverse. Hanno un senso dello stile unico al mondo. Se un’italiana va in giro con 10 anelli, uno per ogni dito, non riesce ad essere volgare neanche volendo. Potete permettervi di tutto… se lo facesse un’americana sarebbe a dir poco ridicola. [ride n.d.r]

 

Essere chic è un qualcosa di innato, che anche i vostri uomini hanno. Anche in questo caso, gli accostamenti più audaci e le fantasie più esagerate che farebbero sembrare un pagliaccio chiunque, stanno benissimo indosso ad un italiano, che li porta con una nonchalance tale da farla sembrare la cosa più naturale al mondo. C’è un appunto però che ho da fare alle italiane. Trascurate molto la manicure e la pedicure.

 

Una volta mi trovavo a Capri, ad un party esclusivo, pieno di donne elegantissime, con abiti da sogno firmati Armani, Valentino… con gioielli incredibili e sandali preziosi. Ma quando ho cominciato a guardare i piedi e le mani con attenzione… un vero disastro! Niente smalto, pochissima cura. L’aneddoto è di qualche anno fa, le cose sono cambiate anche da voi. Ma c’è ancora un po’ di lavoro da fare. Le giovanissime, per esempio, amano gli smalti e prendersi cura del loro aspetto… dobbiamo farlo tutte, anche le donne che lavorano in casa. Il tempo dedicato alla manicure è una coccola irrinunciabile.

 

[special thanks to Alessandra, Chiara and Hagakure]

Trovate tutto sul mondo Essie in Italia sulla pagina Facebook!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *