Written by 10:00 borse, MODA

L’iconica cow bag Made in Sicily firmata VINCENT [#atalentaday]

IMG

VINCENT | cow bag

Ammetto che sono di parte. Ho scattato ormai un anno fa, sulla mia decadente terrazza palermitana, qualche foto per gioco, insieme a Vincent Billeci, indossando i prototipi dei suoi abiti. Dopo 12 mesi, sia io sia Vincent siamo profondamente cambiati. E quando ho visto la sua cow bag e la preview della collezione SS2013 ho capito che Vincent ha scelto la strada giusta. La strada del minimal senza abbandonare le sue radici siciliane, incastonate di barocco e suggestioni.

VINCENT | cow bag

La sua cow bag prende vita dagli ex-voto, simboli e oggetti donati dai contadini al signore di turno ma, prima di tutto, al santo protettore, al patrono del villaggio. Una clutch sofsitcata e minimal in tessuto, con una mucca in silver applicata che lascia straniti. Che ci fa una mucca su una borsa? Un simbolo votivo forte e materiale su un oggetto altrettanto materiale, quale può essere una borsa da portare a mano, un vezo, un oggetto non necessario ma voluto, vissuto, che per molte costa sacrifici e diventa simbolo di uno status, raggiunto o da raggiungere, non importa.

VINCENT | cow bag

Ci può essere spiritualità in una borsa? Sì, se riusciamo a vederla anche negli oggetti e nei preziosi che i devoti donano al santo protettore. Il santo di Vincent è la donna, nella sua spiritualità e carnalità allo stesso tempo. Una donna che riluce proprio come il silver che accoglie i riflessi del sole e della luna.

Segnatevi questo nome, memorizzate questa borsa. Potrebbe finire nelle mani di una fashion icon. O della vostra. Io ve lo auguro.

Continuate a seguirci, vi diremo dove trovarla molto presto.

VINCENT | cow bag

 

(Visited 9 times, 1 visits today)
Close