Written by 16:14 MODA

LA POSTINA DA UOMO DI ZANELLATO, LO STILE A PORTATA DI MANO

la postina da uomo

Come dimenticare Massimo Troisi, postino e poeta, che pedala in bicicletta per le vie della sua bella isola? Un’immagine affascinante, che ha tutto il sapore del tempo passato, della tradizione che in quel caso è appesa anche al manubrio del suo mezzo: l’originale borsa postina. Basta un oggetto a risvegliare ricordi e suggestioni ed è in questi casi che una borsa può diventare un pezzo cult, così è per la Postina® che rivive grazie a Zanellato.

Qualche tempo fa, dopo avere letto il post di Simona dedicato alle borse Zanellato per donna, non ho resistito alla tentazione di visitare lo showroom per scoprire dal vivo la collezione uomo e così anche la storia di questo brand e le particolarità di questa leggendaria borsa.

Una visita che mi ha reso orgoglioso ancora una volta perché mi sono trovato di fronte ad una di quelle aziende che rappresenta al meglio il Made in Italy nel mondo. Franco Zanellato, fondatore del brand, è ancora oggi colui che va alla ricerca dei pellami più pregiati, una materia che conosce bene vista l’esperienza lavorativa decennale in una conceria e l’infanzia vissuta osservando il padre che era un produttore di guanti.

L’azienda si è sviluppata seguendo due precisi indirizzi: un nuovo lusso che non rinuncia alla grande qualità, ma riesce a contenere i prezzi; la filosofia della riduzione per evitare la dispersione, da cui la scelta di focalizzare l’attenzione sulle borse da lavoro, la valigeria e pochi pezzi di piccola pelletteria.

Su tutto regna la Postina® che vanta le chiusure originali della borsa utilizzata dai postini e brevettate, passate da Poste Italiane a Zanellato. In canvas o in pelle di toro, preferita perchè più morbida e più bella col il passare del tempo che le dona il fascino dle vissuto, vanta una particolare maniglia brevettata detta “so soft” che permette di ammortizzarne il peso e che la rende perfetta per il lavoro.

Non mi stupisce che un prodotto così curato abbia il Giappone come primo mercato, gli uomini giapponesi del resto sono così attenti allo stile e alla qualità, non a caso le collezioni stagionali sono studiate proprio con consulenti orientali e vantano materiali pregiatissimi e costosi come il pitone. Alla stessa clientela ricercata sono destinati altri progetti speciali (in occasione ad esempio di manifestazioni sportive come il Polo team di St.Tropez) o creazioni personalizzate che comprendono anche alcuni complementi d’arredo sempre in morbidissima pelle di toro.

Eccovi il sito dove potrete vedere l’intera collezione e scoprire i prezzi.

(Visited 492 times, 1 visits today)
Close