Ambra Medda e Ying Wu per SportMax, Carte Blanche alla fantasia

carte-blanche-sportmaxLe donne sono capaci di inventare mondi straordinari e di supplire alle brutture del mondo con la loro immaginazione, le loro visioni, il loro talento. Un mondo incantato che puoi quasi toccare con mano è quello rappresentato da Ying Wu, illustratrice cinese, che ha collaborato alla realizzazione dei disegni della nuova capsule Carte Blanche by Sportmax, che coinvolge questa volta la creativa Ambra Medda.

 

ambra-medda-sportmax-carte-blanche

Una collezione in soli 1000 pezzi numerati, nata dalla potenza dell’arte di Ying che ha colpito Ambra Medda durante il Salone del mobile di Milano.

ambra-medda-sportmax-carte-blanche

“La scorsa edizione sono incappata nell’opera di Ying Wu all’esposizione presentata dagli studenti del Royal College of Art di Londra. Mentre vagabondavo tra i diversi spazi della mostra, esaminando opere di ogni genere degli studenti, mi sono ritrovata per caso in una stanza dove Ying esponeva la sua piccola installazione. Sono stata letteralmente catturata dalla sua opera e dal suo linguaggio visivo. Fresco, potente e bello. Ho scattato molte foto e mi sono sinceramente entusiasmata […]

 

ambra-medda-sportmax-carte-blanche

Qualche mese dopo Sportmax mi ha contattata per collaborare al progetto Carte Blanche. In un primo momento ho iniziato a riordinare le idee per capire cosa avrei voluto creare.

 

ambra-medda-sportmax-carte-blanche

L’idea di rintracciare e collaborare con Ying Wu viene ad Ambra osservando dei clochard al parco, immersi nel verde: l’opera di Wu è così, ricca e lussureggiante all’apparenza, ma portatrice di un messaggio forte. Nei dettagli si scorge uno scenario apocalittico, lo scenario che ci aspetta se non cominciamo a prenderci cura del nostro pianeta come si deve.

ambra-medda-sportmax-carte-blanche

Influenzata – e preoccupata – dal rapido sviluppo industriale del suo Paese d’origine, la Cina,

Ying cerca di destare consapevolezza sulle questioni contemporanee che ci riguardano tutti, chiedendo quale tipo di futuro vogliamo e creiamo per noi stessi. Con la sua tematica, Ying evidenzia come la tecnologia si stia impadronendo lentamente del mondo. 

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *