Ladymatic event: due giorni a Vienna con Omega e Nicole Kidman

 

Non è arrivata su un cocchio dorato, come quello di Sissi, ma per una sera è stata comunque lei la regina indiscussa di Vienna: Nicole Kidman, con la sua aristocratica pelle lattea che la fa sembrare di porcellana, un portamento regale enfatizzato da un Oscar de la Renta sufficientemente lungo da tenerci nascoste le scarpe di Roger Vivier. Così si è presentata alla cena organizzata da Omega per il lancio della nuova campagna pubblicitaria dell’orologio Ladymatic, un esclusivo evento che è stata la ragione di una trasferta nella capitale austriaca durante lo scorso weekend.

 

  

 

Cosa hanno in comune l’orologio Ladymatic e Nicole Kidman che ne è testimonial? Rispondere a questo interrogativo è stata la missione che mi sono affidato fin da quando ho saputo che avrei partecipato all’ evento, eppure la risposta è arrivata da sè, senza dovere indagare troppo, mi è bastato soffermarmi sulla parola che ho sentito ripetere più spesso nei due giorni trascorsi a Vienna: “bellezza”. Con Ladymatic Omega ha voluto scommettere nella realizzazione di un modello d’orologio capace di attraversare il gusto sia nel tempo che nello spazio, di imporsi come un classico, proprio come quelle dive del cinema che restano fissate nell’immaginario collettivo, un genere in via di estinzione di cui Nicole Kidman è, probabilmente, uno degli ultimi esemplari.

 

 

 

Sembra un paradosso pensare che un orologio, destinato a scandire con le sue lancette il tempo, il più fugace dei nostri tesori, abbia questa ambizione di sfidarlo, proprio come una grande star del cinema che con la sua arte sopravviverà anche alla sua morte. La visita al Museo Omega (nella centralisisma boutique di Vienna) e la scoperta da vicino dell’intera nuova collezione Ladymatic mi hanno dato la dimensione di quanto questo orologio e questo brand nascondano un lavoro destinato a durare nel tempo, una ricerca e un’attenzione al dettaglio che fa di un oggetto qualcosa di lussuoso e di prezioso da potere tramandare.

 

 

 

Il pregio estetico maggiore di Ladymatic è quello di conservare un carattere elegante e raffinato in un orologio che vuole essere comunque lussuoso e non rinuncia allo scintillio dei diamanti che decorano il quadrante (marrone o bianco perla) o perfino il motivo delle onde che lo contraddistingue. La versione gold è la più costosa di una collezione che vanta diverse varianti (anche la possibilità di scelta è un lusso), il modello in oro 18 carati e acciaio inox è la grande novità che strizza l’occhio ai trend e si candida a best seller.

 

 

Mentre sempre più scema l’interesse delle donne verso il gioiello vistoso e sempre più gli uomini condividono la loro cultura sugli orologi, Ladymatic sembra arrivare al momento opportuno essendo una giusta via di mezzo e, aspetto fondamentale che in qualità di blogger non potevamo non notare, è assolutamente un accessorio versatile: per ogni look e situazione.

 

Vi lascio al video di Ladymatic con Nicole Kidman che abbiamo scoperto in anteprima a Vienna, la campagna pubblicitaria è stata invece scattata dal maestro Peter Lindbergh.

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *