Avon, the company for women. Ecco perché

AVON - campagna contro la violenza sulle donne

AVON - campagna contro la violenza sulle donne

La giornata internazionale contro la violenza sulle donne è già passata, l’attualità dell’argomento ancora no. Molte le aziende che hanno supportato iniziative di sensibilizzazione, tra cui anche Avon.

La campagna che vedete non viaggia solo sul web ma campeggia nelle metro e nelle città in dimensioni imponenti: protagonista è il rugbista Mauro Bergamasco, che si rivolge soprattutto agli uomini.

AVON - campagna contro la violenza sulle donne

Avon ama definirsi “the company for women” e non lo fa tanto per dire: da anni l’azienda finanzia programmi a favore della ricerca contro il cancro al seno e ha recentemente seguito un progetto con l’associazione Cerchi D’Acqua, che ha consentito a donne vittime di violenza di ricevere sostegno psicologico e un aiuto a inserirsi nel mondo del lavoro, per essere economicamente autonome.

 avon- come diventare presentatrice

E a proposito di indipendenza economica, abbiamo fatto due chiacchiere con una presentatrice Avon molto giovane.

Nicole ha 20 anni, è diventata mamma da poco e frequenta le scuole serali, un obiettivo importante della sua vita, come lei stessa ci dice.

Nicole, non è facile fare la mamma in Italia, specialmente quando si è così giovani. Molte non cercano neanche lavoro… e tu hai anche scelto – giustamente –  di non lasciare la scuola. Come fai a fare anche la presentatrice Avon?

Essere una mamma così giovane non é molto facile e conciliare tutte le cose non é altrettanto semplice… Avon mi ha dato la possibilità di guadagnare senza dovermi allontanare da casa. Riesco a lavorare e a prendermi cura del mio bimbo ed è una soluzione perfetta. Del resto, sarebbe impossibile trovare un lavoro a tempo pieno viste le responsabilità che ho ora.

Ha più valore il tempo che riesci a gestire autonomamente o i guadagni che hai da questa attività?

Con Avon ho il tempo di prendermi cura di me stessa e dei miei studi e anche del mio bambino e questo è fondamentale. Quello che guadagno dall’attività è condizionato dal tempo che ho a disposizione per svolgerla, ma devo dire che riesco ad arrotondare e a concedermi qualche sfizio per me e il mio bambino.

E so che quando crescerà e avrò più tempo, cresceranno anche i miei guadagni come presentatrice Avon.

Per maggiori informazioni su Avon, richiesta contatti e informazioni su come diventare presentatrice cliccate qui.

Post sponsorizzato

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *