Una giornata con Lycra e Pierre Mantoux, oltre le gambe c’è di più

Pierre Mantoux - simona melaniSono ossessionata dalle calze, ho una mania incontrollabile che mi spinge ogni anno a comprare collant, autoreggenti e parigine di ogni tipo, dalle più basiche alle più folli. Spendo i miliardi, lo confesso.

Si può quindi immaginare benissimo il mio livello di esaltazione nel passare una mattinata con i rappresentati di Lycra e Pierre Mantoux a parlare di storia delle calze, tecniche di manifattura e, ovviamente, moda.

Parliamoci chiaro, una calza come si deve fa il look. E per calze come si deve si parla di materiali di qualità, manifattura italiana e attenzione ai trend. Poi siete liberissime di comprare i collant a 2 euro e 50 e smagliarli semplicemente guardandoli. Ma andiamo con ordine.

Lycra è un marchio che vediamo sempre, ormai senza farci caso, sulle confezioni delle calze, ma Lycra è praticamente ovunque, persino nei jeans. Serve a rendere i tessuti più elastici e resistenti e, in particolare, nelle calze, serve a fasciare e tenere su tutto, evitando l’effetto gattara con le calze flosce e piene di pieghe.

Pierre Mantoux Boutique a Milano

 

Pierre Mantoux è un’azienda italiana dal nome francese – “perchè negli anni ’60 era tutto un Pierre Cardin, Pierre Balmain e mio padre decise di chiamare l’azienda Pierre Mantoux” ci racconta la vulcanica Patrizia, erede e guida dell’azienda  – che produce calze, collant, parigine di qualità impeccabile e attentissime ai trend. Furono tra i primi a portare in Italia le calze con i pois – evviva! – sono tra i pochi a produrre ancora nel nostro Paese. E molti dei loro pezzi, i più preziosi, sono realizzati a mano e indossati dalle dive.

I più grandi marchi della moda commissionano a Pierre Mantoux le calze da indossare con gli abiti da passerella. Perché diciamocelo, un bel paio di gambe fasciate in un bel paio di calze, anche velate, battono 10 a zero le gambe nude effetto carne macinata.

Schermata 2013-12-03 a 11.08.32

Ah, capitolo calze velate, visto che siete sempre su TheWardrobe a cercare questo argomento. Le calze velate – non quelle color daino eh – sono eleganti e portabili. Certo, quelle famose da due euro si smagliano, fanno i pallini e i grumi di fibra e sono da denuncia. Ma volete mettere delle calze velate nere con la riga dietro o decorate con dei pois?

E poi sì, le calze velate andrebbero indossate sempre alle cerimonie, anche d’estate. E non sono da vecchia. Parola di Kate e Pippa Middleton. E mia, che di calze me ne intendo.

#dailychic

pierre mantoux parigine

ps. in questi giorni posterò con #dailychic e #lycraloveslegs le calze Pierre Mantoux che ho scelto in boutique, dopo una crisi di panico fortissima provocata dal “voglio tutto”. Ne ho scelte 5 e sono stupende.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *