Longines Global Champions Tour 2014 a Montecarlo

longines-global-champions-tour-montecarlo.jpg

Tre giorni a Montecarlo in compagnia di Longines difficilmente si dimenticano, specialmente se il Principato fa da cornice al Longines Global Champions Tour, una competizione ad ostacoli o, come si dice tecnicamente, uno show jumping, al cospetto dei reali di Monaco.

Ma andiamo con ordine: del legame tra Longines e l’equitazione avevo parlato nel post sulla giornata trascorsa a Vinovo. La vicinanza tra il brand e il mondo dei cavalli inizia nel 1878 con la produzione di un cronografo a tema, fino a divenire partner di una manifestazione di show jumping nel 1912.

20140706-133208-48728051.jpg

.jpg

Jane Richard Philips

longines-global-champions-tour-montecarlo.jpg

Charlotte Casiraghi

 

20140706-133210-48730256.jpg

L’orologio ufficiale della competizione di quest’anno è un pezzo della collezione femminile Conquest Classic, con cinturino in acciaio, quadrante in madreperla e 30 diamanti da mezzo carato nella ghiera, più altri 12 a segnare le ore. Decisamente in linea con la magia di una competizione come il global Champions Tour.

 

Conquest Classic Watch Longines

20140706-133207-48727524.jpg

Dal nostro osservatorio privilegiato, abbiamo assistito a due gare diverse: il venerdì era la volta di una staffetta tra cavalieri/amazzoni professionisti e amatoriali, alla quale hanno preso parte anche Jane Richards Philips nella squadra di Longines e Charlotte Casiraghi nella squadra Gucci. Quest’ultima si è aggiudicata la vittoria insieme alla sua compagna di staffetta ed è stata premiata da madre e zio, presenti nel palco reale.

Sabato si è entrati nel vivo, con una gara tra 48 cavalieri e amazzoni, pronti ad aggiudicarsi il podio del prestigioso grand Prix. Due manche, ostacoli alti 1,60 – il massimo in queste competizioni – il giusto mix tra tempi e penalità – quando cade un ostacolo, il cavaliere ne accumula 4 – e oltre tre ore di spettacolo hanno animato il nostro sabato sera.

A vincere è stato Bassem Hassan Mohammed con Victoria. Noi ovviamente abbiamo fatto il tifo per Jane Richards Philips che, nonostante non sia salita sul podio, si è confermata campionessa di eleganza, come solo un’ambassador Longines sa essere.

20140706-133207-48727253.jpg

20140706-133208-48728505.jpg

.jpg

Jane Richard Philips

 

20140706-133206-48726999.jpg

20140706-133209-48729348.jpg

 

20140706-133209-48729017.jpg

longines-global-champions.-tour.jpg

Abito in pizzo Gas

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *