Il mio 2014 grazie a The Wardrobe

Su Facebook sta spopolando la migliore raccolta dei momenti migliori del 2014, ma – come dice La Fra – non ho bisogno di Facebook per ricordarli. Anche perché ho il blog! Scemenze a parte, il 2014 è stato un buon anno per The Wardrobe, ma sicuramente potevo fare di meglio. Ecco i momenti più belli vissuti grazie al blog durante quest’anno.\r\n\r\nSimona Melani Sephira Beautv\r\n\r\nIl 2014 si è aperto con la mia collaborazione con Sephora Italia, che mi ha permesso di tornare in video grazie alla serie Beauty And Style Guide della Beautv, consigli di stile per le occasioni più comuni che possano capitare a noi ragazze, dalla cena con i suoceri al pic nic in campagna. Potete rivedere tutti i video sul mio canale YouTube.\r\n\r\nQuest’anno, pur postando meno, ho ricominciato a scrivere qualche pezzo “polemico” e d’opinione, come quello sulle ministre del  Governo Renzi, giudicate per i loro look (Governo Renzi, quando la moda non deve fare pagelle ma richieste) o quello in difesa delle Principesse Disney, che sembrano ormai diventate responsabili di ogni male del mondo, dall’anoressia alle discriminazioni di genere. In entrambi i casi, si tratta di donne.\r\n\r\n076_Longines & Jane_Richard@Vinovo_M0X0332\r\n\r\nMa il 2014 è anche l’anno delle prime volte, in particolare quello della realizzazione di un sogno di me bambina: andare a cavallo. Un sogno che ho realizzato grazie a Longines e alla campionessa Jane Richard Philips, che è stata la mia maestra per un giorno. E sempre grazie a Longines ho avuto l’occasione di assistere al Longines Global Championship Tour a Montecarlo.\r\n\r\nGrazie al blog ho riscoperto il piacere della condivisione, come facevo durante i primi anni. L’estate e il mese di agosto sono stati l’occasione per lanciare #chestateleggendo, un hahstag per condividere le proprie letture estive. Se siete curiosi, potete rivedere le copertine nel post che ho dedicato alla raccolta delle foto.\r\n\r\nDi ritorno dalle ferie , ho capito che volevo un po’ tornare alle origini di The Wardrobe, ovvero alla curiosità, alla scoperta di ciò di cui gli altri non hanno ancora parlato e – soprattutto – al “servizio”: perdere ore a cercare i 64 cappotti migliori delle collezioni autunno – inverno o farmi entusiasmare dalla svolta fashion della wearable tech – qui il post su Ringly – significa essere utile a chi legge questo blog, in maniera abituale o solo una volta ogni tanto.\r\n\r\nEY6A6641-e1419627040334\r\n\r\n \r\n\r\nE grazie a questa consapevolezza, sono tornata a divertirmi, come durante la serata in compagnia di Redken e iBlues.\r\n\r\nIl 2014 è stato forse un anno con pochi post, ma anche quello del nuovo look, cambiato dopo oltre due anni. Una cosa che sarebbe stata impossibile se avessi dovuto basarmi solo sulle mie traballanti competenze tecniche e al mio dubbio gusto in fatto di web design. Il mio grazie infinito va a Demetra Dossi, che si è occupata del redesign del blog, riuscito in “sole” 80 mail. Se anche voi state pensando di dare una rinfrescata al vostro blog o al sito della vostra attività, contattatela e non ve ne pentirete.\r\n\r\nE infine, grazie a chi continua a leggere questo blog dopo 5 anni, grazie a chi capita per caso e si sofferma a leggere, grazie a chi ha fatto like sulla pagina Facebook e a chi, dopo questo papello di post, vorrà farlo.\r\n\r\nBuon 2015!\r\n\r\nThank You - photo source: gratisography.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *