Milano Moda Donna, 8 curiosità da conoscere

La Milano Fashion Week che ha presentato le collezioni autunno inverno 2015 – 2016 è appena finita. Decine di show, infinite foto di streetstyle e migliaia di foto sui social network dopo, ecco 10 cose che potreste esservi persi e che sono un ottimo argomento di conversazione da sfoderare al momento opportuno.

1. Giorgio Armani lancia una nuova IT bag: Le Sac

Disponibile da subito e in esclusiva da Antonia, iconica boutique multibrand milanese, e da Aprile in selezionate boutique Armani, Le Sac è la nuova IT bag creata da Re Giorgio. Colore neutro, linee pulite e tre diverse dimensioni per quella che si candida ad entrare nel guardaroba delle donne di stile.

Le Sac Giorgio Armani

2. Shoescribe alla ricerca di Cinderella

Il celebre sito dedicato alle scarpe ha sguinzagliato per Milano elegantissimi “principi” in smoking, la cui missione era trovare la Cinderella della fashion week. Armati di scarpe rigorosamente glitter e a bordo di divertenti auto d’epoca, i ragazzi di Shoescribe hanno presidiato l’ingresso di alcune sfilate per far calzare. L’iniziativa ha fatto il paio sui social: potete usare #SeekingCinderella anche voi, facendovi una foto con le vostre scarpe preferite. Nella foto, l’adorabile Tamu di All that pretty birds in versione Cenerentola.

tamu mc pherson shoescribe

3. Fratelli Rossetti e Cuoio di Toscana presentano la suola 2.0

Restiamo in tema di scarpe, ma lasciamo il mondo delle fiabe per tuffarci in quello della tecnologia. Durante la fashion week, Fratelli Rossetti e Cuoio di Toscana – consorzio che tutela e garantisce il cuoio 100% made in Italy – hanno presentato la suola 2.0. Si tratta di una suola che contiene un tag NFC e che, avvicinata ad uno smartphone, “trasmette” una serie di informazioni molto interessanti, come la provenienza della suola, ma anche video, link e informazioni utili al consumatore. Trovate il video dell’evento di presentazione qui.

suola 2.0

4. Tombini alla moda

Durante la settimana della moda, tutto a Milano è “più fashion”, persino i tombini. Passeggiando per Via Montenapoleone e Via Sant’Andrea potete imbattervi in questa curiosa installazione, realizzata con il contributo dei brand più prestigiosi e di Metroweb, l’azienda milanese titolare della più grande rete metropolitana di fibre ottiche d’Europa.

Sopra il Sotto – Tombini Art raccontano la Città Cablata” resterà per le strade di Milano fino a gennaio dell’anno prossimo: i pezzi saranno poi restaurati e messi all’asta e il ricavato andrà alla onlus Oxfam.

tombini art Milano

5. Valzer degli stilisti, chi viene e chi va

Poche settimane fa la stilista Frida Giannini ha lasciato Gucci. A prendere il suo posto Alessandro Michele, romano, già nella squadra come Senior Designer Accessori. Lo avevamo visto all’opera durante Milano Moda Uomo, dove ha fatto sfilare una collezione “no gender” realizzata – pare – in pochi giorni. La sua donna Gucci è senza trucco (letteralmente) e senza inganno, e recupera elementi del passato rendendoli totalmente presenti.

Ma per un designer, che arriva, uno se ne va. Peter Dundas , direttore creativo di Pucci, firma la sua ultima collezione per il brand. Pare che la sua prossima casa sarà nientemeno che Roberto Cavalli, mentre tra i nomi in ballo per la sua successione si prospettano quelli di Massimo Giorgetti – MSGM – e di Marco Zanini, ex Schiaparelli. Vedremo.

Peter Dundas

6. Donatella Versace reinventa la Greca

Se c’è qualcuno che riesce a cambiare rimanendo fermamente se stessa è Donatella Versace, che mette mano alla storica greca Versace, reinventandone il motivo e il nome. Hashtag Greca, un omaggio ai social network che Donatella ama alla follia – Instagram su tutti. Ma non solo hashtag: emoticon stilizzate e “chiocciole” compaiono nei pezzi più iconici della collezione donna, un tripudio di colori primari su fondo nero e di lettering esageratamente “Versace”. Nella foto, un abito della sfilata visto da vicino durante la presentazione.

versace

7. Dolce & Gabbana celebrano le mamme del mondo

Non smettono mai di stupire Domenico Dolce e Stefano Gabbana, che dopo aver fatto sfilare, negli anni, veri “carusi” siciliani di tutte le età e intere famiglie a Gennaio, sbancano tutto e portano in passerella modelle accompagnate dai loro figli, tenuti in braccio o per mano. “Pezzo forte” della sfilata Bianca Balti e il suo pancione: la modella italiana è in dolce attesa e fra qualche mese partorirà una bambina, la seconda dopo la piccola Matilde.

Motivo di gran parte della collezione sono i disegni infantili che i bambini solitamente donano alle mamme. Adorabili.

Bianca Balti incinta per Dolce & Gabbana

8. Next Generation, gli stilisti di domani

Chiudiamo il post raccontandovi come si è aperta la Settimana della Moda milanese. Con la sfilata di Next Generation, concorso promosso dalla Camera Nazionale della Moda Italiana per aiutare i giovani talenti ad emergere. La novità dell’iniziativa, giunta alla nona edizione, è stata la sua “svolta” in web serie con una madrina d’eccezione, Chiara Ferragni. Tra i finalisti giunti davanti alla giuria, anche il nostro amico Vincent Billeci, al quale auguriamo di arrivare tra i primi quattro l’anno prossimo. Hanno sfilato in 4 ma a vincere è stato solo uno, il 22enne siciliano Claudio Cutugno. Vi consigliamo di esplorare il sito dedicato alla manifestazione per ammirare il lavoro dei ragazzi e guardare gli episodi.claudio Cutugno

***

E voi, avete seguito la fashion week? C’è un momento che vi ha colpito particolarmente? Ditecelo nei commenti.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *