L’unico modo per riparare i capelli rovinati

“A volte, l’unico modo per cambiare è ritornare se stessi”.
Questa è la frase che mi è uscita dal cuore quando mi sono guardata allo specchio dopo che Luca e Luciano Colombo mi hanno “rifatto la testa”. Ma procediamo con ordine.simona melani bionda

(La me stessa bionda che si spara le pose con Ambrogio)

Poco prima delle feste, avevo deciso di abbandonare il mio colore nero e diventare bionda. Se ci stai pensando anche tu, ti consiglio di leggere 5 cose che devi sapere prima di diventare bionda. I capelli si erano irrimediabilmente rovinati e non riuscivano a stare in piega. Erano paglia.

Ho rifatto – da sola! – la tinta nera, ma dopo qualche giorno i capelli tendevano al verde, scaricavano colore ed erano comunque sfibrati.simona melani

(colore fai da me con pezzi rimasti bianchi a caso)

Quando  L’Oreal Professionnel mi ha spedita dritta filata da Luciano e Luca Colombo, il verdetto è stato rapido.

Vanno tagliati. Perché sì, cara amica, non c’è rimedio ai capelli distrutti da una decolorazione. Ci sono accorgimenti, come quello di usare il balsamo in abbondanza e prodotti che proteggano dal calore di piastra e phon, ma se vuoi che i capelli tornino al loro splendore, devi tagliarli.

Se hai i capelli lunghi, la parte più maltrattata sono le punte. Scegli il long bob, che da qualche anno è il taglio più amato dalle celebrities. Oppure fai una mattata, come Laetitia Casta qualche anno fa.

letizia-casta_980x571(foto via Vanityfair.it)

I miei capelli, già cortissimi, hanno invece subito un taglio alla Scarlett Johansson, quasi rasati ai lati e più lunghi al centro. A realizzarlo, Luciano Colombo in persona, che mi ha restituito un’immagine più grintosa – e tolto almeno 5 anni – in pochi minuti.

Sono poi passata la colore dopo una consulenza approfondita di Luca. Abbiamo scelto un riflessante, più leggero rispetto alla colorazione e che può essere ripetuto a più breve distanza. Perché i capelli decolorati rimasti continueranno a perdere colore, finché non verranno rimpiazzati da quelli sani.simona melaniSono tornata ad essere chi ero una volta e finalmente mi sono riconosciuta allo specchio. E ho imparato 5 cose che voglio condividere qui.
1. “Cambiamento” non sempre è rivoluzionarsi. A volte basta ritrovarsi. Ed essere autentici.


2. I capelli rovinati vanno tagliati. Affidatevi ad un professionista d’esperienza e abbandonatevi alle sue mani.


3. Ascoltate i consigli e seguiteli. 

4. Prendetevi cura di voi stesse.
5. Usate dei prodotti di qualità, come quelli L’Oreal Professionnel, sia per il colore che per la cura quotidiana dei capelli. I soldi spesi meglio non sono quelli per gli abiti ma per i prodotti che ci spalmiamo addosso / sui capelli.simona melani vincent billeci

Ed ecco il risultato finale. Che ne dite? Vi piace?

 

***

 

Luciano Colombo si trova a Milano in Corso Magenta 66. Luca Colombo ha usato su di me un riflessante senza ammoniaca L’Oreal Professionnel, Shampoo e Conditioner Kerastase.

luciano colombo

    12 Comments

    • Filippo Vettel ha detto:

      wow che markettona

      • simonamelani ha detto:

        Filippo, se per markettona intendi che sto promuovendo un’attività e dei prodotti che ritengo validi, allora chiamala pure così.
        Nel post specifico inoltre che il team di L’Oreal “è venuto in mio soccorso” avendo saputo che mi ero rovinata i capelli.
        Non capisco quale sia il problema.
        By the way, +1 visita :D

    • Donny ha detto:

      Stai molto bene. Taglio carinissimo, sbarazzino e fresco. Per chi ama i capelli corti é davvero uno stile ottimo:-)

    • claudia 46 ha detto:

      simona, grazie per l’articolo molto interessante! ;)
      io per i capelli diradati uso le fibre di cheratina, ce ne sono di varie marche, sono passata dalle caboki alle Toppik e creano un effetto voluminizzante niente male

    • claudia 46 ha detto:

      simona, grazie per l’articolo molto interessante! ;)
      io per i capelli diradati uso le fibre di cheratina, ce ne sono di varie marche, sono passata dalle caboki alle Toppik e creano un effetto voluminizzante niente male

    • Marta ha detto:

      Grazie Simona, questo articolo mi tira su’ di morale, anche io ho fatto il tuo stesso errore e ora ne pago le conseguenze.
      Da mora, a bionda poi a rossa..e ora i miei capelli so come paglia.
      A maggio provvedero’ a tagliarli corti e tornare ad un colore piu naturale
      ,basta con le colorazioni.
      Torniamo a noi stesse una volta per tutte.

    • mara ha detto:

      I prodotti l’oreal sono cacca pura, è risaputo… tra l’altro esistono dei rimedi per capelli rovinati, in particolare quando si tratta di capelli decolorati si utilizza olaplex, di cui ormai le riviste sono piene… una soluzione che ricostruisce a livello molecolare i ponti bisolfuro, tra l’altro giusto qualche giorno fa ha vinto la causa contro l’oreal che gli ha copiato il prodotto! Forse non dovresti parlare di capelli se non sei competente in materia perché rischi di dare dei consigli sbagliati alle persone.

      • simonamelani ha detto:

        Ciao Mara,
        se guardi bene la data, l’articolo risale a prima che Olaplex entrasse in commercio. Saluti.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *